Marker

/// OCCUPY THE KITCHEN! vol.1 / 2016-17 ///


Food Performances @ Zona Franca



︎ October 2016

"Zona Franca" fully reveals its soul with the opening of a rich cultural program, purely artistic.
From the end of October 2016 until June 2017 there have been numerous evenings with performances, talks and presentations.

Occupy the Kitchen! vol.1
is a series of events with agronomists, farmers, activists, cooks, intellectuals, horticulturists and nutritionists that tell share research and their experiences.
A very important piece of the project is constituted by the performative dinners made by artists who focus their research around food through guerrilla fooding actions.

At the heart of the program there is food as a social and cultural fact, as a privileged expressive medium of contemporary artistic practices.

A principle that all the performances and cultural events have in common is the willingness to trigger reflections and discussions around food acts, consumption choices, awareness of the mass retail system, around the sphere of actions and values that we make with food and act around it.

The season opened on October 31 with "Ceci n'est pas un carnaio", a performance of the young artist Vienna Ruocco, which, with the curating of Evelyn Leveghi and the supervision and artistic direction of Franca Formenti, has given way to a sparkling experimental phase of "Zona Franca".
︎ Ottobre 2016

“Zona Franca” rivela a pieno la sua anima con l’apertura di una ricca programmazione culturale, prettamente artistica.
Da fine ottobre 2016 sino a giugno 2017 si sono susseguite numerose serate con performances, talk e presentazioni.

Occupy the Kitchen! vol.1
è un ciclo di appuntamenti con agronomi, contadini, attivisti, cuochi, intellettuali, orticoltori e nutrizionisti che raccontano la loro ricerca e le loro esperienze.
Un importantissimo tassello del progetto è costituito in particolari modo dalle
cene-azioni performative realizzate da artisti che focalizzano la loro ricerca attorno al cibo attraverso azioni di guerrilla fooding.

Al cuore di tutto c’è il cibo come fatto sociale e culturale, come privilegiato medium espressivo di pratiche artistiche contemporanee.

Principio trasversale a tutte le azioni performative ed eventi culturali è la volontà di innescare riflessioni e discussioni intorno agli atti alimentari, alle scelte di consumo, alla consapevolezza del sistema della GDO, a tutta quella sfera di azioni e valori che compiamo con il cibo ed inneschiamo attorno ad esso.

La stagione si è aperta il 31 ottobre con “Ceci n’est pas un carnaio”, performance della giovane artista Vienna Ruocco, che, con la curatela di Evelyn Leveghi e la supervisione/direzione artistica di Franca Formenti, ha dato il via ad una frizzante fase sperimentale di “Zona Franca”.






     

CECI N’EST PAS UN CARNAIO


Performer: Vienna Ruocco

When we eat, whether at home or at a restaurant, we take for granted that food is readily accessible.
But what if it weren’t?
“Ceci n’est pas un carnaio” is a performance where young artist Vienna Ruocco investigates the levels of accessibility of food and how traditional food production is made impossible. Just like an electric shock or a telluric movement, “Ceci n’est pas un carnaio” will make the audience see the reality and awareness of being consumers in a globalised world.

BYOC - Bring Your Own Consciousness & Enjoy your meal.


︎ THE MENU
︎ ABOUT THE ARTIST

CECI N’EST PAS UN CARNAIO


Performer: Vienna Ruocco

Quando mangiamo un piatto, tra le mura domestiche o ancor più se siamo seduti al tavolo di un ristorante, diamo per scontato che il cibo sia sempre facilmente accessibile e disponibile.

E se così non fosse?
“Ceci n’est pas un carnaio” è una performance nella quale la giovane artista Vienna Ruocco indaga numerosi livelli di inaccessibilità al cibo. Situazioni di impossibilità di fruizione tradizionale della materia alimentare. Come una scossa elettrica o un movimento tellurico “Ceci n’est pas un carnaio” ci stimolerà a risvegliarci alla realtà, alla consapevolezza di essere consumatori in un mondo globalizzato.

BYOC - Bring Your Own Consciousness & Buon Appetito.



︎ IL MENÙ
︎ L’ARTISTA






FAITES VOTRE CHOIX


Performer: Dario Galli

Saffron, red or black...
gentlemen, place your bets!

A selected range of dishes saffron bases were setted and banned.
A rich range of different scents and desires, colors and flavors.
Each dish, auctioned off as a piece of art, brings with it a peculiar reflection about food choice, food quality, food origin, purity and identity, about the process through which these products are proposed and sold to us.

Valuable games, games of appearance and substance.
Food is a choice, do yours!



︎ THE MENU
︎ ABOUT THE ARTIST

FAITES VOTRE CHOIX


Performer: Dario Galli

Zafferano, rosso o nero... 
signori, fate il vostro gioco!


Imbandiremo e bandiremo una selezionata gamma di piatti a base di zafferano.
Una palette di diversi profumi e desideri, colori e sapori.
Ogni piatto, battuto all’asta come un’opera d’arte, porta con sé una ri essione speci ca sulla scelta alimentare, su ciò che mangiamo, sulla qualità del cibo, la sua provenienza, purezza, identità, su come tali prodotti ci vengono proposti e venduti.

Giochi di valore, giochi di apparenza e sostanza.
Il cibo è una scelta, fate la vostra!


︎ THE MENU
︎ ABOUT THE ARTIST









Marker
︎ Occupy the kitchen!
Zona Franca | Foodpower
︎ 
evelyn@zonafranca.biz